CBD per migliorare il rapporto sessuale

Per molti, trovare  il piacere sessuale, da soli o con qualcuno, può rappresentare un’impresa difficile. Non si tratta principalmente di mancanza del desiderio, ma di uno sovraccarico mentale. Il CBD potrebbe essere proprio l’aiuto che ci vuole per un’esperienza più intima con il proprio partner. O anche giusto la possibilità di rilassarsi completamente prima di ricevere piacere sessuale. Non si tratta di situazioni forzate, o di dover riservare tutta una serata per concentrarsi veramente, ma piuttosto di un approccio olistico. Il CBD può venir integrato in maniera naturale e discreta nella vostra vita sessuale, tramite una varietà di applicazioni. C’è un metodo adatto per tutti.

LEGAME CHIMICO FRA L’ORGASMO UMANO E IL CBD

Che relazione ci può essere fra il CBD, le reazioni chimiche che si verificano quando abbiamo un orgasmo ed il modo in cui lo sentiamo? La risposta sta in qualcosa che si trova all’interno di tutti gli esseri umani, ossia il sistema endocannabinoide (ECS). Si tratta di una complessa rete di percorsi neurochimici situati nel cervello, nel sistema nervoso centrale, ed in organi periferici. Quando tali percorsi vengono stimolati dai cannabinoidi, i componenti base all’interno della cannabis, può aver luogo una serie di effetti positivi.

È questa manipolazione del sistema endocannabinoide, che ha suscitato il massimo di interesse negli scienziati. Un esperimento, pubblicato l’anno scorso in “The Journal Of Sexual Medicine”, si è dedicato ad esaminare i livelli di endocannabinoidi in soggetti sani, maschi e femmine, prima e dopo una masturbazione conclusasi con l’orgasmo. Gli endocannabinoidi sono i cannabinoidi prodotti in maniera naturale dal nostro stesso corpo. Cosa interessante, i ricercatori hanno scoperto che posteriormente all’orgasmo vi era nei partecipanti allo studio un aumento dell’endocannabinoide 2-AG (2-arachidonoilglicerolo).

I ricercatori ne hanno dedotto che il sistema endocannabinoide svolge effettivamente un ruolo chiave nella risposta sessuale umana. Con la postilla che saranno necessarie maggiori ricerche per stabilire quale sia il ruolo svolto dal 2-AG quando viene rilasciato, in quanto componente del piacere sessuale. La manipolazione di questa risposta tramite i cannabinoidi potrebbe rilanciare il processo, consentendo a chi ne fa uso di replicare quella reazione chimica “di ricompensa”.
Read more